Istat, dottori pronti a mobilita’ e a espatriare

Roma, 27 dic. (Adnkronos Salute) – I dottori di ricerca sono pronti alla mobilità, non solo sul territorio nazionale, ma anche all’estero, pur di trovare una collocazione nel mondo del lavoro. La conferma arriva dall’Istat che, “tra dicembre 2009 e febbraio 2010, ha realizzato la prima indagine totale sui dottori di ricerca che avevano conseguito il titolo nel 2004 e nel 2006, al fine di analizzarne la condizione occupazionale a circa cinque e tre anni di distanza. L’universo è costituito da 15.568 dottori di ricerca: 8.443 del 2004 e 10.125 del 2006″.”Le emigrazioni dei dottori di ricerca dalla ripartizione geografica di origine seguono la direttrice Sud-Nord, riflettendo, a volte, scelte di trasferimento assunte già prima del dottorato. Più dell’80% dei dottori originari di Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, Lazio e Sardegna continua a vivere nella stessa regione. Una minore capacità di trattenimento (inferiore al 70%) è esercitata dalla maggior parte delle regioni meridionali”, sottolinea l’Istat. “La capacità attrattiva maggiore si riscontra per Trentino-Alto Adige, Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto, Toscana, Lazio e Piemonte: oltre il 24% dei dottori di ricerca che vivono in queste regioni al momento dell’intervista risulta provenire da altri contesti regionali. Guardando al Centro e al Mezzogiorno, il saldo (rispetto alla residenza prima dell’iscrizione all’università) risulta decisamente negativo per le regioni dell’Adriatico centro-meridionale, per la Basilicata, la Calabria e la Sicilia (bilancio negativo di oltre il 20%). Più propensi allo spostamento verso l’estero sono i dottori di ricerca di sesso maschile, mentre non si riscontrano differenze di genere con riferimento alla mobilità interna”. “A muoversi di più, soprattutto al di fuori dei confini nazionali – continua l’Istat – sono i dottori che provengonono dal Nord che hanno trascorso periodi all’estero durante il percorso di studi o che nel proprio lavoro svolgono attività di ricerca in modo prevalente. Una maggiore attitudine allo spostamento si riscontra tra quanti hanno conseguito il dottorato a un’età inferiore ai 32 anni e tra coloro che provengono da famiglie in cui almeno uno dei due genitori ha conseguito un titolo universitario”.”L’attitudine alla mobilità è evidente soprattutto per i dottori di ricerca dell’area delle scienze fisiche, delle scienze matematiche e informatiche e dell’ingegneria industriale e dell’informazione. Per quanto riguarda coloro che si sono spostati verso altre ripartizioni, emerge una predominante ‘origine’ (residenza prima dell’iscrizione all’università) meridionale (71%) che rimanda, però, a decisioni in molti casi prese prima dell’iscrizione al corso di dottorato. Oltre il 56% del collettivo presente nel Centro-Nord proveniente dal Meridione ha fatto scelte di mobilità precedentemente al dottorato (trasferendo la residenza nel Centro-Nord e/o conseguendo la laurea in una sede universitaria ubicata nell’area centro-settentrionale del Paese)”, aggiunge l’Istat.”In definitiva, la mobilità interna rimanda spesso alle dinamiche proprie del primo periodo universitario (iscrizione al corso di laurea), caratterizzato da consistenti spostamenti dal Meridione verso il Centro-Nord non necessariamente formalizzati con cambi di residenza. D’altronde, i percorsi di mobilità per studio (prima e dopo il conseguimento della laurea) rimandano sia a quella che è l’offerta formativa territoriale, sia a quelle che sono le possibilità occupazionali offerte dai diversi contesti territoriali”, conclude l’Istat.

Annunci
Categorie: Giovani Medici, Salute e Benessere, Sanita' | Tag: , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: