La classifica dei migliori (e dei peggiori) ospedali d’Italia per tipologia d’intervento

L’Agenzia nazionale sanitaria (Agenas) non ama definirli classifiche e tanto meno rating degli ospedali. Sono solo uno strumento per la comparazione tra strutture, per mostrare punti di debolezza e di forza da superare o da conquistare, afferma. Ma, gira e rigira, quegli «esiti» elaborati dall’Agenas delle attività di cura delle strutture ospedaliere pubbliche e private convenzionate prestate agli italiani nel corso del 2010, altro non sono che classifiche degli ospedali in base ai risultati del loro core business: curarci. Ecco le classifiche:

Percentuale di parti primari con taglio cesareo (di norma se il primo parto avviene con il cesareo anche per i successivi si ricorre all’intervento chirurgico)

Asportazione della cistifellea: gli ospedali che trattano la patologia in laparoscopia (tecnica che prevede l’esecuzione di un intervento chirurgico addominale senza apertura della parete)

Frattura del collo del femore operata entro 48 euro (in certi ospedali siamo ancora all’1%)

Tasso di mortalità a seguito di bypass aortocoronarico

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-03-08/classifica-migliori-peggiori-ospedali-101858.shtml?uuid=Ab3ecP4E

Annunci
Categorie: Salute e Benessere, Sanita' | Tag: | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: