invito convegno UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE – 16 giugno 2012

img1.gif


Vi invitano

Milano 16 giugno 2012 ore 8.30

UPDATE E SECOND OPINION
IN CHIRURGIA VASCOLARE

HOTEL MELIA – Via Masaccio 19 – Milano

Il Convegno “Update e Second Opinion in Chirurgia Vascolare” organizzato dalla Divisione di Chirurgia Vascolare dell’Ospedale San Carlo Borromeo, diretta dal prof. Piergiorgio Settembrini, si propone di affrontare alcuni temi clinici e medico-legali importanti all’interno di una disciplina sempre in continua evoluzione come è la Chirurgia Vascolare e i problemi connessi alla malattia vascolare stessa.
Grazie ad un felice connubio fra Università di Milano, Ospedale San Carlo Borromeo, ASL Città di Milano e Ordine dei Medici si è giunti alla preparazione di un evento che vuole fornire un quadro generale delle indicazioni diagnostico- terapeutiche per quanto riguarda le malattie vascolari, evidenziando l’importanza di una corretta diagnosi e valutazione clinica allo scopo di giungere ad un indicazione corretta al trattamento.
La seconda parte del convegno sarà dedicata ad un tema di attualità come la “Second Opinion”, che negli Stati Uniti è obbligatoria. Essa dovrebbe essere consigliata dal medico curante per un corretto rapporto medico-paziente e per un corretto rapporto fra i medici.
Con il termine di Second Opinion nella realtà statunitense si intende la possibilità, per i pazienti e per i medici curanti, di rivolgersi ad uno specialista per avere un parere tecnico-scientifico su un quadro clinico, sintomatologico già diagnosticato e valutato ovvero su una proposta terapeutica espressa presso un altro centro clinico. Ciò è tanto più importante se si tratta di una diagnosi di malattia rara o che preveda una terapia chirurgica maggiore.
Se lo scenario dell’offerta clinica nella regione presenta delle criticità per carenze sistemiche o interferenze extramediche che possano sia sotto che sovrastimare la diagnosi e allontanare la proposta terapeutica dal ”gold standard”, la Second Opinion diventa necessaria.
Gli esperti chiamati a confronto, porteranno esperienze ed opinioni maturate nelle varie strutture.
Il punto di vista dell’Azienda Sanitaria Locale verrà confrontata con quello dell’Ordine dei Medici e vi sarà una valutazione di come questa opportunità possa essere vista anche all’interno dell’ambulatorio del medico di medicina generale e dello specialista clinico della materia.
Dal punto di vista giuridico l’esperienza medico-legale sarà esaminata all’interno di un possibile contenzioso e, in quest’ottica, diventa importante il punto di vista di un magistrato che può aiutare nell’opportunità o meno di una second opinion.
La proposta operativa di Second Opinion in ambito chirurgico vascolare potrà rappresentare un elemento di riflessione, se non di esempio, per una sempre migliore assistenza al malato, peraltro esportabile anche in altre realtà cliniche.

 


Annunci
Categorie: Congressi, formazione, Giovani Medici | Tag: | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: