Approfondimento: i dati esclusivi sul boom di emigrati nel 2012

A freddo, torniamo a qualche giorno di distanza sulla notizia che ha segnato lo scorso weekend: i dati della trasmismissione “Giovani Talenti” sul boom di espatri dall’Italia. Qui sotto pubblichiamo le cifre integrali, per chi volesse approfondire ulteriormente.

Aggiungiamo solo due cose: un “bonus” per i lettori del blog “La Fuga dei Talenti”, e una veloce riflessione:

IL BONUS: CLICCANDO SU QUESTO LINK potrete aprire una tabella in formato Excel, con delle interessanti comparazioni sui flussi di italiani all’estero, relative al 2011 e al 2012. I dati più interessanti li potete trovare nella seconda parte della tabella, i “Flussi degli espatriati e/o residenti all’estero”. Questi sono i dati reali degli italiani che nel 2011 e 2012 hanno preso la valigia e spostato la residenza oltre i nostri confini: li trovate nelle colonne “nell’anno 2011″ e “nell’anno 2012″. Le prime due colonne, “al 31/12/2011″ e “al 31/12/2012″ sono pure interessanti, perchè indicano il numero degli italiani che -a partire dall’1/7/1990- hanno spostato la propria residenza all’estero. E vi sono rimasti: oltre due milioni. BUONA LETTURA!

LA RIFLESSIONE: i dati sul boom di emigrati sono usciti sabato a ora di pranzo. Sono stati ripresi da tutte le agenzie di stampa e dai siti online nel corso della stessa giornata, citati nei telegiornali e pubblicati su quasi tutti i quotidiani del giorno dopo. Ebbene, tra sabato e domenica non c’è stato un solo politico italiano, uno solo (!), di qualsiasi schieramento, che ha preso a cuore il problema, indicando cosa il suo partito intenda fare per affrontare la questione. Il vuoto assoluto. Se questa è la nostra classe politica, possiamo ben comprendere perché l’emigrazione dal Paese sia ormai ai massimi. Davvero un quadro desolante. In qualsiasi altro Paese civile ed europeo, questo problema sarebbe diventato immediatamente un tema di dibattito politico, sarebbe entrato nell’”agenda”. “Roma discute, Sagunto brucia“. Anzi, è già bruciata. Quando si sveglieranno dal torpore, scopriranno un Paese finito, da cui scappano tutti. Complimenti.

Di seguito, tutti i dati esclusivi di “Giovani Talenti”:

RADIO 24 – ‘GIOVANI TALENTI’: LA CRISI FA ESPLODERE LA FUGA DALL’ITALIA

ESPATRI IN CRESCITA DEL 30% NEL 2012

DAL 1990 OLTRE DUE MILIONI DI ITALIANI EMIGRATI

Boom dell’emigrazione dall’Italia nel 2012: secondo i più recenti dati dell’Anagrafe della popolazione Italiana Residente all’Estero (Aire), lo scorso anno l’emigrazione dalla Penisola ha fatto registrare un +30,1%, passando dai 60.635 emigranti del 2011 ai 78.941 del 2012. In maggioranza si tratta di uomini: 56%, contro il 44% di donne. Lo rivela la trasmissione “Giovani Talenti” di Radio 24, condotta da Sergio Nava.

Sostanzialmente in linea con i dati generali la fascia dei più giovani (20-40 anni), cresciuta in un solo anno del +28,3%. I 20-40enni italiani emigrati sono passati dai 27.616 espatri del 2011 ai 35.435 del 2012, alimentando quella che viene ormai definita “la fuga dei talenti” dalla Penisola (che ha costituito lo scorso anno il 44,8% del flusso totale di espatrio). Anche in questo caso prevalgono gli uomini (57%), sulle donne (43%), come pure prevale la fascia 30-40enni (20.650 espatri) su quella 20-30enni (14.785). I trentenni si confermano quindi la fascia d’età più propensa all’espatrio.

DATI GENERALI – SI EMIGRA DALLA LOMBARDIA, SI ARRIVA IN GERMANIA. A livello generale, la Lombardia si rivela la regione che maggiormente alimenta l’emigrazione dall’Italia: ben 13.156 lombardi hanno trasferito la propria residenza all’estero nel 2012, davanti ai veneti (7456), ai siciliani (7003), ai piemontesi (6134), ai laziali (5952), ai campani (5240), agli emiliano-romagnoli (5030), ai calabresi (4813), ai pugliesi (3978) e ai toscani (3887).

Il 62,4% degli emigrati nel 2012 ha scelto l’Europa come Continente di destinazione (per un totale di 49.307), seguita dall’America Meridionale (14.083), dall’America Settentrionale e Centrale (7977) e da Asia-Africa-Oceania (7574). Per Paesi, la Germania è la prima méta di destinazione (10.520 italiani l’hanno scelta), seguita da Svizzera (8906), Gran Bretagna (7520), Francia (7024), Argentina (6404), USA (5210), Brasile (4506), Spagna (3748), Belgio (2317) e Australia (1683).

FASCIA 20-40ENNI. La regione primatista nell’espatrio dei 20-40enni si conferma la Lombardia, con 6111 emigrati, seguita dal Veneto (3277) e dalla Sicilia (3110). Quarto il Piemonte (2718), quinto il Lazio (2542), sesta la Campania (2421), settima l’Emilia-Romagna (2195), ottava la Puglia (2036), nona la Toscana (1711), decima la Calabria (1693).

Il Continente preferito dai 20-40enni italiani quale destinazione di approdo resta l’Europa, che nel 2012 ha assorbito ben il 69,2% del flusso di espatri degli under 40 (24.530 emigrati). A seguire l’America Meridionale (4837), l’America Settentrionale e Centrale (3110), e Asia-Africa-Oceania (2958). Nello specifico dei Paesi, la Germania si conferma la nazione più attrattiva nei confronti dei giovani italiani tra i 20 e i 40 anni: nel 2012 si sono trasferiti in terra tedesca 5137 di loro. Al secondo posto la Gran Bretagna (4688), seguita dalla Svizzera (4103). Quarta la Francia (2946), sesti gli USA (2192), settima la Spagna (2081), ottava l’Argentina (2058), nono il Brasile (1768), decimo il Belgio (1012).

ITALIANI ESPATRIATI DAL 1990. Sono 2.320.645 gli italiani complessivamente espatriati dal Paese a partire dall’1/7/1990, 595.586 dei quali appartenenti alla fascia 20-40 anni. Il dato non ha mai smesso di crescere a partire dal 2006, quando il loro numero superava di poco i due milioni.

L’incremento degli espatri nel 2012 (+30,1%) rappresenta un vero e proprio boom, mai verificatosi nei precedenti sei anni: la crescita più forte si era infatti registrata nel 2008 (76.088 espatri, +10% sull’anno precedente).

Neppure nella fascia 20-40 anni, la più giovane e produttiva, si era mai registrato un incremento così spettacolare: anche qui il record era riconducibile al 2008, con un +12% rispetto al 2007.

ITALIANI NEL MONDO. Gli italiani complessivamente residenti all’estero al 31 dicembre 2012 ammontavano a 4.341.156, in crescita di 132.179 unità rispetto all’anno precedente.

http://fugadeitalenti.wordpress.com/2013/04/10/approfondimento-i-dati-esclusivi-sul-boom-di-emigrati-nel-2012/

Annunci
Categorie: ESTERI, giovani, Giovani Medici, medici, varie | Tag: | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: