Personale Ssn. E’ donna il 63,8% degli operatori sanitari. Quasi il doppio degli uomini

La fotografia dei 646.236 dipendenti del servizio sanitario è stata scattata dal ministero della Salute. I medici e odontoiatri sono 107.448, di cui 39.660 donne. Gli infermieri sono 263.803, di cui 203.202 donne. A Bolzano il doppio dei dipendenti del Lazio in rapporto agli abitanti. Il Dossier.

30 APR – Nel 2010 il personale dipendente del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) è sempre più al femminile:  le 412.125 donne rappresentano il 63,8% del personale dipendente, e sono quindi quasi il doppio degli  uomini (36,2%). In aumento rispetto al 2009 soprattutto le donne medico, ma anche le infermiere.

La prevalenza delle donne nel personale del SSN è uno degli aspetti evidenziati nella monografia “Personale delle ASL e degli Istituti di cura pubblici – Anno 2010”, a cura del Ministero della Salute, Direzione generale del sistema informativo e statistico sanitario, Ufficio di direzione statistica.  La pubblicazione presenta i dati al 2010 del personale dipendente delle Aziende Sanitarie Locali, delle Aziende ospedaliere e delle Aziende Ospedaliere integrate con l’Università.
Secondo quanto illustrato nel documento, nel 2010 il personale dipendente del SSN è pari a 646.236 unità, complessivamente per i ruoli sanitario, professionale, tecnico ed amministrativo. Rispetto al 2009 c’è una sostanziale stabilità (+0,02%).
Le donne dipendenti del SSN sono 412.125, in aumento (+1,1%) rispetto al 2009, mentre cala il numero degli uomini, che nel 2010 si attesta a 234.111 (-1,8%).
I medici e odontoiatri sono 107.448, di cui 39.660 donne (pari al 36,9%). Il numero delle donne medico ha registrato un aumento del 3,7% rispetto al 2009.
Il numero degli infermieri raggiunge le 263.803 unità, di cui 203.202 donne (pari al 77,0%). Il numero delle infermiere aumenta lievemente rispetto al 2009: +0,3%
Dal punto di vista della ripartizione geografica, se si considera il numero assoluto dei dipendenti del SSN, nel 2010 sono le Marche a registrare il maggior aumento nella dotazione di personale (+3,5%), seguite dalla Puglia (+3,0%). La Sicilia è la Regione in cui registra il maggior calo di dipendenti (-6,8%), seguita dalla Campania.

Per un confronto più significativo, si può prendere in considerazione il numero dei dipendenti per 1.000 residenti (fonte dati popolazione: Istat). Per l’anno 2010, fanalino di coda è il Lazio, con 8,1 unità di personale dipendente del SSN per 1.000 residenti, mentre Bolzano ne registra più del doppio: 16,7 unità per 1.000 residenti.

30 aprile 2013

http://www.quotidianosanita.it/lavoro-e-professioni/articolo.php?articolo_id=14674

 
Annunci
Categorie: Giovani Medici, Salute e Benessere, Sanita', sanita' milano | Tag: , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: