«Noi, giovani dottori beffati Tanto studio, niente lavoro»

«Abbiamo studiato per più di dieci anni, ma ci ritroviamo lo stesso senza un lavoro. Molti di noi stanno pensando di andare all’estero». I giovani medici varesini, nonostante la presenza dell’Insubria, sono in rivolta perché, dicono, è stata ribaltata ancora una volta la loro possibilità di entrare nel mondo della sanità. Nonostante i loro continui sforzi di adattamento.

Solo dieci a tempo indeterminato

Non vogliono apparire con nome e cognome perché dicono di temere possibili ripercussioni dal punto di vista professionale: non si fidano più delle graduatorie e dei concorsi.

Tutto parte dall’assegnazione dei posti di continuità assistenziale, quello che una volta si definiva guardia medica. In tutta la provincia ci sono 146 medici in graduatoria, di cui solo dieci assunti a tempo indeterminato. Gli altri vanno avanti con contratti di tre mesi, rinnovati di volta in volta. Ma non in quest’ultima tornata.

«Non sappiamo perché – spiegano – all’improvviso le regole delle graduatorie sono cambiate, e i posti sono stati assegnati non a chi, come noi, non ha altri lavori, ma a colleghi che sono già specializzandi da qualche parte. Anche se vengono da fuori provincia».

Così, spiegano, c’è chi ha già uno stipendio e un lavoro come specializzando, magari anche fuori provincia, e si ritrova anche la responsabilità delle guardie mediche varesine, mentre chi non ha altri lavori e abita vicino al posto vacante non viene più considerato. È la novità del settembre 2013, raccontano i giovani medici.

Molti di loro sono ragazzi usciti dall’università che non hanno trovato posto nelle specialità, oppure medici già specializzati che non sono riusciti a trovare un posto di lavoro. Restano fuori dalla questione i medici che stanno seguendo il corso di medicina di base: un corso regionale, diverso dalle specialità, che forma ogni anno 90 medici.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de La Provincia di Varese in edicola martedì 17 settembre

 

http://www.laprovinciadivarese.it/stories/Cronaca/noi-giovani-dottori-beffati-tanto-studio-niente-lavoro_1024028_11

 

Annunci
Categorie: Giovani Medici, medici, ordine medici milano, ospedali, Sanita', sanita' milano | Tag: , , | 1 commento

Navigazione articolo

Un pensiero su “«Noi, giovani dottori beffati Tanto studio, niente lavoro»

  1. Reblogged this on Dr.Antonio Cutrupi and commented:
    Appunto tenterei di approfondire l’argomento!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: