Emendamento riduzione durata scuole di specializzazione

I Giovani Medici (SIGM) apprendono della presentazione alla Camera dei Deputati di un interessante emendamento all’Art. 21 del DL104/2013 «Misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca», a firma Crimì ed altri, che intenderebbe modificare già a partire dall’anno accademico 2013/2014 la durata legale di una parteconsistente delle tipologie di corsi di specializzazione. Tali modifiche(che verrebbero calate all’interno del D.Lgs 368/1999 in uno specificoAllegato D) andrebbero nel senso di quanto richiestodall’Associazione Italiana Giovani Medici (SIGM) nel testo della”petizione a sostegno della richiesta di urgente implementazione dei capitoli di spesa relativi ai contratti ed alle borse di studio di formazione di area sanitaria a finanziamento ministeriale e di formazione specifica in medicina generale”; in pratica, si ritornerebbe alla situazione ante DM 1 agosto 2005, che aveva innalzato la durata di tutti i corsi di specializzazione a 5 anni, ovvero al più funzionale quadro regolamentato dal precedente DM 11 maggio 1995. La riduzione della durata includerebbe anche i corsi già avviati (anche se su tale aspetto ci si riserva di valutare l’estensibilità pratica agli attuali ultimi anni di corso in relazione agli obiettivi formativi ed all’obbligo del conseguimento dei 60 CFU annui) ed eventuali risparmi conseguenti verrebbero vincolati all’implementazione del capitolo di spesa dei contratti di formazione specialistica, che, come è noto, versa in uno stato di profonda sofferenza. Il medesimo emendamento, inoltre, metterebbe il MIUR nelle condizioni di razionalizzare l’attuale offerta formativa di tipologie di scuole di specializzazione sempre a partire dall’anno accademico 2013-2014.
In sintesi, il recepimento di tale emendamento in sede di conversione del DL 104/2013 permetterebbe di:
1) avvicinare la durata dell’articolazione del percorso formativo pre e post lauream di medicina a quello degli altri Paesi dell’UE, atteso che in Italia, a differenza delle altre realtà comunitarie, il medico in formazione non è titolare di un contratto di formazione-lavoro, ma di un semplice contratto di formazione. Ne conseguirebbe, pertanto, per molte tipologie di neo specialisti una possibilità di ingresso anticipato nell’esercizio della professione col ruolo di specialista;
2) mettere il MIUR nelle condizioni di effettuare già per l’a.a.2013/2014 una rivisitazione delle attuali tipologie di scuole (fondendo ad esempio alcune scuole affini in un’unica tipologia di scuola);
3) utilizzare eventuali risorse derivanti per mettere parzialmente rimedio, nel medio termine, alla mancata implementazione del capitolo di spesa sulla formazione specialistica, non adeguato in concomitanza dell’incremento a 5 anni della durata di tutte le scuole di specializzazione, introdotto dal DM 1 agosto 2005.
Sulla base di queste premesse, pertanto, i Giovani Medici (SIGM) esprimono l’auspicio che tale emendamento possa essere recepito dal Parlamento.

Il Consiglio Esecutivo SIGM

Testo emendamento CRIMÌ, MALPEZZI, LENZI, MIOTTO, COVA, ZARDINI, SCUVERA, ASCANI, NARDUOLO, SBROLLINI, D’INCECCO, GELLI

<>.

Scarica Testo con Allegato D “Durata massima formazioni specialistiche in Italia suddivise per Area, Classe e Tipologia”

Annunci
Categorie: Giovani Medici | Tag: | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: