Carenza operatori, appello a Ue e governi per salvare assistenza

Roma, 5 giu (Adnkronos Salute) – Riportare l’attenzione sulla crisi legata alla carenza di personale sanitario, che rappresenta una delle principali minacce per la salute globale, e per chiedere il sostegno e la promozione delle condizioni di lavoro e di vita del personale sanitario in tutto il mondo. E’ l’appello della coalizione europea ‘Health Workers for All’, rappresentata in Italia da Amref, lanciato oggi a Madrid.

Il mondo – spiega una nota – ha bisogno di oltre 7,2 milioni di operatori sanitari, e l’Europa è parte del problema: se le tendenze non saranno invertite, entro il 2020 nel Vecchio Continente ci sarà una carenza di circa 1 milione di operatori sanitari. Ed è di questi giorni la pubblicazione del ‘World Social Protection Report’ dell’Organizzazione internazionale del lavoro, che sottolinea come “insieme alla disoccupazione persistente, ai salari più bassi e alla tassazione più pesante, le misure di austerità hanno contribuito ad aggravare povertà ed esclusione sociale che oggi colpiscono oltre 123 milioni di persone in Unione europea, il 24% della popolazione, la maggior parte dei quali bambini, donne, persone anziane e persone con disabilità”.

Inoltre, alcuni Paesi europei reclutano in giro per il mondo personale sanitario formato localmente: una pratica insostenibile che alimenta le diseguaglianze in salute e indebolisce i sistemi sanitari dentro e fuori l’Europa.

Con il sostegno di European Forum for Primary Care (www.euprimarycare.org), European Public Health Alliance (www.epha.org), Equinet: The Network on Equity in Health in Southern Africa (www.equinetafrica.org), Global Health Workforce Alliance (www.who.int/workforcealliance), Medicus Mundi International, (www.medicusmundi.org), l’appello ha l’obiettivo di raccogliere quante più adesioni possibile di rappresentanti delle parti interessate, delle associazioni, dei lavoratori, delle istituzioni coinvolte, che verranno presentate il prossimo autunno ai parlamentari europei per chiedere la loro collaborazione verso un cambiamento di passo dell’Europa e dei Paesi membri nell’affrontare i problemi legati alla sostenibilità dei sistemi sociali e sanitari di tutto il pianeta.

L’appello chiede infatti di: 1) Pianificare e formare a lungo termine il personale sanitario, puntando all’autosufficienza; 2) Investire sul personale sanitario; 3) Rispettare i diritti degli operatori sanitari migranti; 4) Pensare e agire coerentemente a livello nazionale, regionale e globale; 5) Fare la propria parte nell’applicazione del Codice Oms.

Annunci
Categorie: estero, Giovani Medici, ordine medici milano, Salute e Benessere, Sanita' | Tag: , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: