Oms, le nove regole d’oro per vivere un 2017 in salute, con il corpo e con la mente

Un anno di salute, per il corpo, per la mente e per chi ci sta intorno. Come si fa? L’Organizzazione Mondiale della Sanità suggerisce nove regole da rispettare sempre. Nessuna è più importante dell’altra. Ma tutte insieme faranno la differenza. Dai vaccini al sesso sicuro.

13 GEN – Anno nuovo vita nuova. Un vecchio detto che durante il mese di gennaio ritorna sulla bocca di molti. E per chi, questa volta, ha intenzioni serie di salvaguardare la propria salute e la propria forma fisica, ecco i consigli dell’Oms. L’ Organizzazione Mondiale ha messo a punto un vademecum con nove semplici, ma essenziali consigli. Innanzitutto attività fisica, poi mangiare sano, non fumare e non bere alcolici. Regola numero 5: vaccinarsi, 6 praticare sesso sicuro, no allo stress, rispettare le regole di sicurezza stradale e, infine, praticare una buona igiene quotidiana.

Ma vediamo nel dettaglio come l’Oms suggerisce di seguire queste buone pratiche. Non fare un’attività fisica regolare è tra le prime dieci cause di morte nel mondo ed aumenta i fattori di rischio per le patologie non trasmissibili, come il cancro o il diabete. Eppure un adulto su quattro non risulta fisicamente attivo al punto giusto. Tra i 5 e i 17 anni l’attività fisica dovrebbe essere quotidiana per almeno 60 minuti. Dalla maggiore età fino ai 64 anni la direttiva è di praticarla per almeno 150 minuti a settimana. Questi suggerimenti si riferiscono ad un’attività di tipo moderato che, ovviamente, può essere aumentata e tarata sul singolo individuo.

Ma lo sport, moderato o intenso che sia, va associato ad una buona alimentazione . L’Oms raccomanda di non superare il 30% del grasso totale nei pasti giornalieri. Gli zuccheri devono restare a 10 punti percentuali. Gli adulti possono prevenire l’ipertensione e ridurre il rischio di malattie cardiache e ictus regolando l’assunzione di sale sotto i 5 g al giorno. Considerando che, come l’attività fisica, anche la dieta è un abito da cucire su misura, c’è comunque un consiglio valido per tutti: mangiare almeno 400 g, o 5 porzioni di frutta e verdura al giorno, meglio se crude e di stagione.

Terzo proposito del nuovo anno: smettere di fumare. Ci sono benefici anche immediati: entro 20 minuti la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna diminuiscono. Dopo 12 ore il livello di monossido di carbonio nel sangue torna alla normalità. Dalle 2 alle 12 settimane che seguono l’ultimo tiro di sigaretta aumenta la funzionalità polmonare, fino alla scomparsa di quella tosse che sembrava cronica, dopo 9 mesi. Ad un anno di distanza il rischio di malattia coronarica si dimezza rispetto a quello di un fumatore. Trascorsi 5 anni il rischio di ictus si riduce a quello di un non fumatore. Lo stesso dopo 10 anni per il cancro al polmone. Come il fumo anche l’alcol nuoce gravemente alla salute. Ma uno stato mentale alterato dagli effetti dell’alcol può causare conseguenze anche a terze persone, soprattutto per chi, infrangendo la legge, si mette alla guida.

L’Oms ricorda anche di seguire il calendario vaccinale così come prescritto dal proprio Paese e di praticare sesso sicuro per evitare un aumento della diffusione delle malattie sessualmente trasmissibili.
Per il 2017 attenzione al corpo ma anche alla mente: è necessario identificare i fattori di stress per eliminarli ed evitare patologie psicologiche. L’Oms ricorda che queste malattie possono colpire chiunque, tra tutte cita la depressione che provoca angoscia mentale e influisce sulla capacità di svolgere le attività quotidiane, con conseguenze anche devastanti sui rapporti con la famiglia e gli amici. Questa patologia, come altre, può essere prevenuta e curata.

Ma non si muore solo perché ci si ammala, anche la disattenzione può essere letale. Quella sulle strade miete, ogni anno, in tutto il mondo, circa 1,25 milioni di vittime. Per questo un altro dei buoni propositi per il 2017 è di rispettare tutte le regole del codice stradale, non abbassando mai il livello di attenzione. E, infine, ecco il consiglio più semplice ma non per questo meno importante: lavarsi accuratamente le mani previene importanti infezioni. Per quanto tempo? Insapona e risciacqua e non smettere fin quando non avrai finito o di cantare per due volte “Happy Birthday”.

Isabella Faggiano

Annunci
Categorie: Sanita', sanita' milano, stili di vita | Tag: , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: