Archivio dell'autore: trapanimartino

Informazioni su trapanimartino

Martino Massimiliano Trapani, nato ad Erice (TP) 11/04/1981, si laurea in Medicina e Chirurgia e specializza in Igiene e Sanità Pubblica presso la Sapienza Università di Roma. Ha conseguito il Master di II Livello “Pianificazione, Programmazione e Progettazione dei Sistemi Ospedalieri e Socio-Sanitari” presso il Politecnico di Milano, Statale di Milano e Cattolica del Sacro Cuore di Roma e il corso di Perfezionamento Universitario in Health Tecnology Assessment –COPTA II edizione presso l’Università Carlo Cattaneo -LIUC. Ha lavorato presso la Direzione Generale e Sanitaria del Policlinico Umberto I di Roma, la Direzione Medica del P.O. “PAOLO BORSELLINO” dell’ ASL N.9 di Trapani, la Direzione Medica dell’ Ospedale Niguarda Cà Granda di Milano, la Direzione Medica dell’ Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano e attualmente presso la Direzione Medica di presidio presso il P.O. di Rho dell’Azienda Ospedaliera “Salvini”. Ha ricevuto l’ encomio dal Consolato Generale D’ Italia a Londra nel periodo di pandemia della febbre suina (virus A/H1N1), per aver programmato ed attivato un piano d’emergenza all’interno del college Aston University di Birmingham (UK). Ha organizzato insieme al Prof. Gaetano Maria Fara, Direttore della INTERNATIONAL SCHOOL OF EPIDEMIOLOGY AND PREVENTIVE MEDICINE «GIUSEPPE D’ALESSANDRO» del Centro Ettore Majorana di Erice (TP) il XXXVII Corso: “Gestire l’Ospedale”. Ha effettuato attività di docenza nel Master Clinico di I livello, presso L’ Università SAPIENZA di Roma, in “Gestione Infermieristica dell’emergenza nel Territorio”. Ha Coordinato il progetto “FACOLTA’ DI AMARSI” per la campagna di sensibilizzazione degli studenti Universitari sul tema HIV, che è stato attuato nel 2008 nelle Università di Roma, SAPIENZA, TOR VERGATA E ROMA TRE, in collaborazione con l’ Assessorato alle Politiche Sociali della Regione Lazio. Nel 2004 fonda il Movimento Universitario “Vento di Cambiamento” con il quale viene eletto rappresentante degli studenti presso la Sapienza Università di Roma. E’ stato membro del Consiglio d’ Amministrazione Sapienza Università di Roma per il triennio 2004-2007, come rappresentante degli studenti. Nel 2005 fonda il Giornale Universitario “Ateneo Sapienza”. E’ stato membro del Consiglio di Facoltà di Medicina e Chirurgia della Sapienza Università di Roma. E’ Socio Fondatore del Segretariato Italiano Giovani Medici (S.I.G.M.) di cui ha ricoperto la carica di Vicepresidente Nazionale Vicario. Ha scritto in ambito sanitario su diverse agenzie di stampa e testate Nazionali e Locali, inoltre ha tenuto diverse interviste su canali televisivi Nazionali e Locali. Ha organizzato diversi convegni sanitari sia Nazionali che Locali. Ha fatto parte della Commissione Giovani Medici dell’ ordine dei Medici di Roma e Provincia e della Commissione Giovani Medici, Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Milano e Provincia. E’ stato ideatore ed e’ promotore della “Rivista dei Giovani Medici” a cura del S.I.G.M, che attualmente viene stampata e distribuita in tutto il territorio Italiano con una tiratuta di 10.000 copie. Attualmente e’ Presidente dei Revisori dei Conti, Presidente della Commissione Giovani Medici e Responsabile dello Sportello Giovani Medici, dell’ Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Milano e Provincia. E’ Componente della Commissione: Precariato Medico, Rapporti Istituzionali, Ordine/Università, Attivita’ Culturali, Tutela Professione Medica, Sito Web, Comitato Redazionale Bollettino e del Comitato Redazionale Newsletter, dell’ Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Milano e Provincia. Crede in una Sanità diversa, dove ci sia più merito e dove le nuove generazioni possano avviare il rinnovamento culturale richiesto, per affrontare le nuove sfide in Sanità. Aggiornato a Ottobre 2014 www.trapanimartino.wordpress.com info: trapanimartino@yahoo.it PEC: martino.trapani@pec.dottnet.it CURRICULUM EUROPEO MARTINO TRAPANI https://trapanimartino.files.wordpress.com/2010/11/cv-trapani-14-luglio-20142.pdf

SALUTE E STILI DI VITA – IL 14 OTTOBRE CON OMCeOMI

Proteggi la salute dei tuoi pazienti: partecipa all’evento e scopri i materiali per promuovere una corretta alimentazione e la dismissione dal fumo di sigaretta.
Ti aspettiamo il 14 Ottobre alle 8.45 a Milano presso il Westin Palace Hotel in Piazza Repubblica, 2.
L ‘evento è la naturale continuazione della giornata della salute organizzata del nostro Ordine lo scorso 13 Maggio presso il Parco Sempione.
Durante la mattinata, accreditata ECM sia per medici che per odontoiatri, illustri relatori mostreranno i dati epidemiologici e il quadro italiano della lotta al consumo di zuccheri liberi e della lotta al fumo di sigaretta, illustrando gli effetti nefasti di queste due abitudini sull’organismo e sul cavo orale.
Verrà infine consegnato ai partecipanti ricco materiale informativo da poter distribuire ai pazienti per un’iniziale attività di counseling.
L’iscrizione può essere effettuata online sul sito www.omceomi.it  dove occorre registrarsi seguendo le istruzioni. Una volta effettuato il login selezionare, nel box ECM, la voce Eventi e cliccare Iscrivimi sull’evento desiderato.

Locandina 14-10-17

Annunci
Categorie: Sanita', sanita' milano | Tag: | Lascia un commento

DONNA, MEDICO, MAMMA: SI PUÒ FARE

Segnaliamo l’interessante evento ECM organizzato dall’OMCeOMi dal titolo “Donna, medico, mamma: si può fare” che si terrà a Milano venerdì 27 ottobre 2017 presso la Sala Pirelli, Palazzo Pirelli, Via Fabio Filzi 22

L’Ordine dei Medici di Milano ha istituito da 9 anni uno “sportello maternità”, volto a aiutare e consigliare le donne medico sul tema della gravidanza.
In questi anni numerose sono state le richieste di chiarimenti da parte delle colleghe: si sono rivolte allo sportello giovani dottoresse intenzionate a intraprendere una gravidanza, oppure già in attesa di un figlio, o ancora puerpere con problemi relativi al periodo dell’allattamento.
Le colleghe chiedono informazioni circa l’indennità di maternità, i tempi del congedo obbligatorio oppure la durata e le caratteristiche del congedo parentale, le novità della normativa, i diritti relativi al lavoro in questo particolare momento della vita.
Ma una buona percentuale dei contatti riguarda richieste e segnalazioni di colleghe che esprimono la loro difficoltà nell’affrontare situazioni e comportamenti che assumono l’aspetto di vere e proprie discriminazioni. Vi sono stati inviti più o meno espliciti a rinunciare a un incarico alla notizia della gravidanza, oppure graduatorie “congelate” se ai primi posti risultavano donne in maternità; o ancora contratti risolti o non rinnovati, se si trattava di donne gravide.
Il tutto si verifica in Enti pubblici, privati accreditati o privati e le dottoresse sono prevalentemente libero professioniste, titolari di partita IVA, assunte a termine, spesso per lavori non compatibili con lo stato di gravidanza, come ad esempio le guardie notturne, e pertanto destinate a cedere alle richieste spesso senza argomenti a loro difesa.
Nessuna delle dottoresse che ha consultato lo sportello ordinistico ha voluto denunciare la situazione: per tutte esiste il timore di esporsi, in una situazione di lavoro ancora precario.
L’incontro odierno, partendo pertanto da testimonianze in forma anonima, fornisce informazioni circa la tutela della maternità: si parlerà della normativa vigente e degli organismi e strumenti a disposizione per un reale aiuto alle lavoratrici mamme medico.
La tavola rotonda conclusiva cercherà di evidenziare le buone prassi esistenti e di suggerire soluzioni per fare emergere e quindi correggere eventuali anomalie, garantendo così l’applicazione della normativa vigente.

Programma

MODALITÀ D’ISCRIZIONE

L’iscrizione agli eventi ECM dell’Ordine può essere effettuata unicamente attraverso la procedura informatica. Per iscriversi agli eventi ECM occorre registrarsi al sito http://www.omceomi.it:

Se non registrati
cliccare Accedi, a dx in home page, quindi selezionare Registrati e seguire le istruzioni

Se registrati
Una volta effettuato il login selezionare, nel box ECM, la voce Eventi e cliccare Iscrivimi in corrispondenza dell’evento scelto

Categorie: Sanita', sanita' milano | Tag: , , | Lascia un commento

SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 228 l’avviso relativo al bando per l’ammissione dei medici alle Scuole di specializzazione di area sanitaria, per l’Anno accademico 2016/2017. Prova nazionale martedì 28 novembre

Categorie: Sanita', sanita' milano | Tag: | Lascia un commento

CORSO DI FORMAZIONE RSPP PER DATORI DI LAVORO

L’OMCeOMI ha organizzato due edizioni del “Corso di formazione RSPP per datori di lavoro rischio ATECO alto”. La prima edizione si terrà nei giorni 12, 13, 14, 19, 20 e 21 ottobre 2017, la seconda edizione nei giorni giovedì 26, venerdì 27 e sabato 28 ottobre e giovedì 2, venerdì 3 e sabato 4 novembre 2017; la partecipazione ad entrambe le edizioni è gratuita per gli iscritti all’OMCeO Milano. Le due edizioni si svolgeranno presso la sala Anzalone dell’OMCeOMI, via Lanzone 31. Ogni edizione, strutturata in 48 ore complessive, ha l’obiettivo di formare i medici e odontoiatri datori di lavoro rispetto alle fondamentali competenze in materia di sicurezza e salute sul lavoro, per permettere loro lo svolgimento diretto dei compiti di prevenzione e protezione. Il Corso di formazione RSPP è funzionale al rilascio dell’attestato obbligatorio che tutela i responsabili delle aziende da gravi sanzioni civili e penali. Ciascuna edizione è stata accreditata ECM (48 crediti)

Programma I edizione

Programma II edizione

Motalità d’iscrizione

L’iscrizione agli eventi ECM dell’Ordine può essere effettuata unicamente attraverso la procedura informatica. Per iscriversi agli eventi ECM occorre registrarsi al sito http://www.omceomi.it:
Se non registrati
cliccare Accedi, a dx in home page, quindi selezionare Registrati e seguire le istruzioni
Se registrati
Una volta effettuato il login selezionare, nel box ECM, la voce Eventi e cliccare Iscrivimi in corrispondenza dell’evento scelto

Categorie: Sanita', sanita' milano | Tag: | Lascia un commento

FALSA MALASANITÀ: OMCEOMI A FIANCO DEI CHIRURGHI

Roberto Carlo Rossi, Presidente OMCeO Milano:
“A fianco dei chirurghi. Giornalisti e medici si confrontino maggiormente”

Milano, 05.10.2017 – Come Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Milano, voglio in primo luogo manifestare la piena condivisione con i contenuti della recente presa di posizione del Collegio Italiano dei Chirurghi (CIC), nella quale si esprime il ‘profondo sconcertò per la gestione da parte dei media del caso del decesso di un paziente, a cui era stato trapiantato il cuore.
Il CIC giustamente ricorda che più del 90% dei casi di ‘malasanità’ denunciati da pazienti e ripresi con evidenza dai media: “si risolvono, poi nei diversi gradi, con una archiviazione, ma questa non ha mai lo stesso risalto sugli organi di informazione, una volta passato il battage – anzi la bufera – delle notizie in prima pagina e/o all’apertura dei telegiornali nazionali e regionali”.
Una situazione che porta a screditare la classe medica e a mettere in atto strategie di medicina difensiva che non determinano nessun beneficio per la salute dei pazienti, ma concorrono a  indebolire la tenuta del Servizio Sanitario Nazionale (SSN).
Sono convinto che questa situazione debba essere affrontata attraverso un più intenso confronto tra medici e operatori dell’informazione, a partire da una migliore diffusione delle conoscenze riguardanti le problematicità che attengono alle cure delle diverse patologie e in particolare di quelle legate all’interventismo chirurgico.
Per questo, come già fatto in passato, rinnovo la disponibilità di OMCeO Milano, rimasta finora inascoltata, ad organizzare, in particolare, con l’Ordine dei Giornalisti della Lombardia, seminari finalizzati a spiegare il carattere probabilistico della cura medica e i rischi connessi a qualsiasi trattamento farmacologico o chirurgico.
Infatti, sono convinto che una migliore reciproca conoscenza sia proficua per entrambe le categorie e soprattutto per il cittadino. I medici imparerebbero i codici, i tempi e le necessità della moderna comunicazione e i giornalisti porgerebbero in maniera più efficace e competente le notizie provenienti dal mondo sanitario (notizie che, per loro natura, sono sempre complesse e sempre difficili da spiegare in poche battute).
Ricreando anche per questa via una rinnovata fiducia nel rapporto medico-paziente.

Roberto Carlo Rossi
Presidente Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Milano

Categorie: Sanita', sanita' milano | Tag: | Lascia un commento

Certificati sportivi, non tutti i medici possono rilasciare quelli non agonistici

http://www.doctor33.it

Storia di fantasia, ma potrebbe accadere. La scuola di ballo da sala chiede un certificato per lo sport non agonistico al signor Tizio. Che è giovane, non ha fattori di rischio e obietta che la scuola non è gestita da associazione affiliata Coni, quel certificato dal suo medico di famiglia non dovrebbe farlo. L’istruttore gli suggerisce di andare dal medico “qui sotto” che gli rilascerà il certificato a prezzo molto conveniente. La visita si fa, il certificato costa pochi euro, non è richiesto elettrocardiogramma. Ma un giorno il signor Tizio durante una seduta faticosa accusa un problema cardiaco, sta male e non c’è nulla da fare. La scuola tira fuori il certificato medico, ma i carabinieri intervenuti sul posto dicono che non è regolare perché chi lo ha redatto non è né medico di famiglia né pediatra né medico specialista in Medicina dello Sport né iscritto alla Federazione medici sportivi. E tanto meglio per lui se ha rilasciato un certificato “banale” su carta bianca, se avesse redatto il vero certificato per lo sport non agonistico su modello ministeriale sarebbe incorso in rischi anche penali. Così può nascere una grana da una situazione in origine non complessa – la palestra non affiliata CONI non è tenuta a chiedere certificato sportivo salvo che l’assicurazione per tutelarla non gliela chieda.

«Il “decreto del fare” del 2013 esentava dal certificato medico i soggetti praticanti attività ludico motoria non tesserati alle Federazioni sportive nazionali, alle Discipline e agli Enti riconosciuti dal Coni. Ma ciò non vuol dire che le scuole e le palestre non possano continuare a chiedere il certificato non agonistico», dice Guido Marinoni medico di famiglia e segretario Fimmg Bergamo nonché esperto della tematica. «Il medico convenzionato, di fronte alla richiesta del suo assistito, certificherà in modo obiettivo, ovviamente in libera professione». E’ possibile che la palestra dirotti l’utente da un medico più “a portata di mano”. «Si possono porre due possibilità», dice Marinoni. «La prima, più “coerente”, è che la palestra chieda il certificato sportivo non agonistico redatto su modello ministeriale, che possono compilare solo medici di famiglia, pediatri, medici Fmsi e medici sportivi, e che riguarda tutti gli sport praticati in società affiliate CONI tranne quelli inseriti in un elenco (chiarimenti CONI 10 giugno 2016) e non necessitanti sforzi particolari. Qui è consigliabile che il paziente vada dal suo medico o dal medico sportivo. Può invece accadere che la palestra si contenti di un certificato redatto su carta bianca, meramente lecito, ma senza lo stesso valore del certificato non agonistico ove lo si volesse utilizzare con le finalità di quel certificato, e questo può essere redatto da qualsiasi medico in libera professione».

Dal 2013, anno in cui il decreto del fare cercò di abolire l’obbligo di certificato sportivo per le pratiche non agonistiche, le palestre continuano a chiedere il modello. E l’elettrocardiogramma, che peraltro serve una sola volta nella vita entro i 60 anni ma va fatto annualmente da infrasessantenni con patologie croniche conclamate e dagli over 60 anche con un solo fattore di rischio. I certificati sono di quattro tipi: accanto a quello per l’attività agonistica che richiede un iter presso il medico sportivo ed è regolato dal Decreto Ministero Salute 18/2/82 , c’è il certificato non agonistico obbligatorio rilasciato dal curante o dal medico sportivo per: alunni che svolgano attività sportive parascolastiche; partecipanti ai giochi della gioventù nelle fasi provinciali e regionali; tesserati che delle Federazioni sportive nazionali, ed enti affiliati CONI (Decreto del Ministero della salute del 24.04.2013). Resta fuori dall’obbligo certificatorio l’attività amatoriale dei non tesserati alle Federazioni sportive nazionali e agli Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI, ma le palestre possono sempre chiedere l’adempimento. Che torna obbligatorio e richiede test da sforzo nelle competizioni di particolare impegno cardiovascolare DM 24/4/13 come le maratonine oltre 20 km, le gran fondo di ciclismo, nuoto, sci. Pratiche solo in apparenza “non agonistiche” in quanto lo sforzo richiesto è compatibile con queste ultime.

Mauro Miserendino

http://www.doctor33.it/politica-e-sanita/certificati-sportivi-non-tutti-i-medici-possono-rilasciare-quelli-non-agonistici/?xrtd=PAVLCPLVCCLPVPYSLCYRPLC

Categorie: giovani, Giovani Medici, Sanita', varie | Tag: , , , , | Lascia un commento

RESPONSABILITÀ MEDICA: CONSENSO INFORMATO SEMPRE OBBLIGATORIO

Secondo la Corte di Cassazione (sezione civile, sentenza 16503/2017) l’assenza del consenso informato va punita senza che sia necessario dimostrare che, se l’obbligo informativo fosse stato correttamente svolto, il paziente avrebbe probabilmente rifiutato l’intervento al quale invece si è sottoposto

sentenza-della-corte-di-cassazione-16503-2017

Categorie: medici, Sanita' | Tag: | Lascia un commento

Obblighi vaccinali: prime indicazioni operative

A seguito dell’approvazione della legge 119 del 31/7/2017 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge del 7 giugno 2017 recante disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale” si riportano di seguito alcune informazioni.

Le vaccinazioni obbligatorie per legge sono di seguito indicate:

  • anti-poliomelitica;
  • anti-difterica;
  • anti-tetanica;
  • anti-epatite B;
  • anti-pertosse;
  • anti Haemophilusinfluenzae tipo B;
  • anti-morbillo;
  • anti-rosolia;
  • anti-parotite;
  • anti-varicella (a partire dai nati nell’anno 2017).

Il calendario vaccinale regionale prevede inoltre altre vaccinazioni, fortemente raccomandate, offerte attivamente e gratuitamente a seconda dell’età (Le vaccinazioni offerte gratuitamente in Lombardia).

L’obbligo di vaccinazione è da intendersi in riferimento alla coorte di nascita di appartenenza (età 0-16 anni), secondo le indicazioni del Calendario allegato al Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale vigente nel proprio anno di nascita.

Di seguito per ogni classe di età, calcolata alla data del 10 settembre 2017, sono elencati i vaccini e le rispettive dosi che ogni soggetto deve aver ricevuto al fine di rispettare l’obbligo vaccinale:

  • bambini fino a 11 mesi
    • 1 dose di vaccinazione anti-poliomelitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti Haemophilus influenzae tipo B.
  • bambini da 12 a 17 mesi
    • 2 dosi di vaccinazione anti-poliomelitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti Haemophilus influenzae tipo B  (è sufficiente 1   dose di Haemophilus influenzae tipo B  nel caso in cui la 1° dose sia stata somministrata dopo il compimento del primo anno di vita).
  • bambini da 18 mesi a 6 anni
    • 3 dosi di vaccinazione anti-poliomelitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, (è sufficiente 1   dose di Haemophilus influenzae tipo B  nel caso in cui la 1° dose sia stata somministrata dopo il compimento del primo anno di vita).
    • 1 dose di vaccinazione anti-morbillo, antiparotite, antirosolia.
  • bambini/ragazzi da 7 anni a 15 anni
    • 4 dosi di vaccinazione anti-poliomelitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-pertosse.
    • 3 dosi di vaccinazione anti-epatite B.
    • 3 dosi di Haemophilus influenzae tipo B (è sufficiente 1   dose di Haemophilus influenzae tipo B  nel caso in cui la 1° dose sia stata somministrata dopo il compimento del primo anno di vita).
    • 2 dosi di vaccinazione anti-morbillo, antiparotite, antirosolia.
  • ragazzi di 16 anni fino al compimento del 17° anno
    • 5 dosi di vaccinazione anti-poliomelitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-pertosse; si specifica che 4 sono sufficienti per l’adempimento se non sono passati 9 anni dalla dose di richiamo prevista in età pre-scolare (5-6 anni).
    • 3 dosi di vaccinazione anti-epatite B.
    • 3 dosi di Haemophilus influenzae tipo B (è sufficiente 1   dose di Haemophilus influenzae tipo B  nel caso in cui la 1° dose sia stata somministrata dopo il compimento del primo anno di vita).
    • 2 dosi di vaccinazione anti-morbillo, antiparotite, antirosolia.

I minori che, nella fascia corrispondente alla propria età, al 10 settembre 2017 hanno un numero di dosi inferiore a quello indicato sono inadempienti.

Sono esonerati dall’obbligo di vaccinazione:

  • i soggetti immunizzati per effetto della malattia naturale. Ad esempio i bambini che hanno già contratto la varicella non dovranno vaccinarsi contro tale malattia;
  • i soggetti che si trovano in specifiche condizioni cliniche documentate, attestate dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta. Ad esempio per i soggetti che abbiano avuto pregresse gravi reazioni allergiche al vaccino o ad uno dei suoi componenti.

Le attestazioni da parte di Medici di Medicina Generale e di Pediatri di Famiglia di avvenuta immunizzazione per malattia naturale o controindicazione alla vaccinazione saranno rilasciate gratuitamente.
L’eventuale decisione del curante (Medico o Pediatra di Famiglia) di sottoporre il soggetto a ricerca anticorpale  non  può  essere eseguita gratuitamente (tramite SSN), ma il costo è da intendersi totalmente a carico dell’interessato.

Al fine dell’iscrizione del minore (da 0 a 16 anni) a scuola, alle scuole dell’infanzia, all’asilo nido i genitori esercenti la responsabilità genitoriale e i tutori devono presentare almeno uno dei seguenti documenti:

  • documentazione   comprovante   l’effettuazione   delle   vaccinazioni  (è   possibile   autocertificare l’effettuazione delle vaccinazioni);
  • richiesta formale di vaccinazione alla ASST ad effettuare le vaccinazioni per inadempienti/parzialmente inadempienti;
  • documentazione   comprovante   la   necessità   di  esonero,   omissione   o   differimento   delle vaccinazioni obbligatorie.

Per l’anno scolastico 2017/2018, la documentazione deve essere presentata:

  • entro l’11 settembre p.v. per gli asili nido e le scuole d’infanzia (atteso che il 10 settembre cade in giorno festivo);
  • entro il 31 ottobre per le scuole dell’obbligo.

Per chi presenta in tali date l’autocertificazione, deve essere comunque consegnata alle scuole, entro il 10 marzo 2018, idonea documentazione attestante le vaccinazioni effettuate.

La documentazione necessaria all’iscrizione a scuola è di seguito descritta.

A) per i minori da 0 a 16 anni, in linea con quanto richiesto dagli obblighi vaccinali, è necessario presentare uno dei seguenti documenti:

  • copia del libretto delle vaccinazioni correttamente vidimato dal competente servizio vaccinale;
  • certificato vaccinale;
  • autocertificazione. Nel caso di indisponibilità del libretto vaccinale o della certificazione, ove il genitore abbia puntualmente aderito alle convocazioni per le vaccinazioni potrà procedere con autocertificazione (vedi Modulo Autocertificazione disponibile in allegato);
  • attestazione di esonero definitivo/prolungato nel tempo, rilasciata dal centro vaccinale sulla base del recepimento della sussistenza di condizioni cliniche che controindicano la vaccinazione certificata da parte del medico di medicina generale o del pediatra di famiglia (più Modulo Autocertificazione disponibile in allegato);
  • attestazione di avvenuta immunizzazione a seguito di malattia naturale rilasciata dal Medico di Medicina generale o dal Pediatra di Libera scelta (più Modulo Autocertificazione disponibile in allegato).

B) per i minori da 0 a 16 anni NON in linea con quanto richiesto dagli obblighi vaccinali (Non vaccinato, Vaccinato parzialmente), al fine di attestare l’intenzione del genitore/tutore a vaccinare il minore occorre inviare al centro vaccinale la richiesta di essere vaccinato nel rispetto del calendario delle vaccinazioni obbligatorie.

Tale richiesta di norma può essere trasmessa:

  • tramite e-mail (sia in Posta Elettronica Certificata – PEC, sia in Posta Elettronica Ordinaria – PEO);
  • tramite lettera  raccomandata A/R;
  • tramite consegna brevi manu (direttamente) al protocollo aziendale/ambulatorio vaccinale;
  • tramite richiesta telefonica di vaccinazione, (purché la telefonata sia riscontrata positivamente), come da Circolare del Ministero della Salute del 1 settembre 2017; per utilizzare questa modalità, a partire dal giorno 6 settembre 2017 è possibile telefonare al numero verde 800.638.638 da telefono fisso o 02.99.95.99 (a pagamento) da cellulare – dalle 8 alle 20, dal lunedì al sabato.

Limitatamente all’anno scolastico e al calendario annuale 2017/2018, l’avvenuta richiesta di effettuare le vaccinazioni mancanti potrà essere anche autocertificata utilizzando il modulo allegato da consegnare a scuole, scuole dell’infanzia, asili nido.

Nei siti web delle Agenzie di Tutela della Salute (ATS) e delle Aziende Socio Sanitarie Territoriali (ASST) sono disponibili le informazioni e i riferimenti specifici per l’iscrizione a scuole e nidi per l’anno scolastico 2017/2018.

Come conoscere lo stato vaccinale

Nel caso in cui non siano disponibili il libretto vaccinale o una certificazione valida, è possibile conoscere lo stato vaccinale dei propri figli:

  • tramite richiesta ai centri vaccinali del territorio;
  • consultando il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) alla voce “Vaccinazioni”

Come accedere all’elenco delle vaccinazioni presente all’interno del Fascicolo Sanitario Elettronico

Requisiti necessari:

  1. aver dato il consenso al “Trattamento dei dati personali effettuato con Fascicolo Sanitario Elettronico” per l’interessato, di cui si vogliono visualizzare i dati. Presso gli uffici di Scelta e Revoca delle ASST è possibile fornire il consenso al trattamento dei dati e  richiedere il codice PIN della Tessera Sanitaria CNS;
  2. disporre di una delle modalità di autenticazione al Fascicolo Sanitario Elettronico, ovvero:
    A. identità digitale del sistema – SPID;
    B. credenziali con codice “usa e getta” (le credenziali possono essere richieste presso tutte le ASSTdel territorio);
    C. tessera Sanitaria CNS, relativo codice PIN e lettore di smartcard;

Modalità di accesso

  • Collegarsi al sito internet dei Servizi Welfare online di Regione Lombardia e selezionare l’icona “ACCEDI” per autenticarsi.
  • Selezionare Fascicolo Sanitario Elettronico e poi la voce “Vaccinazioni” per visualizzare l’elenco delle vaccinazioni effettuate in Lombardia (elenco disponibile per i nati dopo l’anno 2000).

Un genitore può accedere direttamente alle vaccinazioni del figlio dal proprio Fascicolo Sanitario Elettronico (sezione Vaccinazioni per minore) a condizione che sia stato prestato il consenso al “Trattamento FSE” per il minore e avendo a disposizione la Tessera Sanitaria CNS del figlio.

L’accesso al sito internet Servizi Welfare online di Regione Lombardia è disponibile anche in modalità Mobile https://www.crs.regione.lombardia.it/msanita

Categorie: Sanita' | Tag: | Lascia un commento

Vaccinazioni per bambini e adolescenti

Le vaccinazioni sono tra gli interventi di maggiore efficacia per la prevenzione primaria delle malattie infettive, sono uno strumento essenziale per la salute della popolazione e soprattutto dell’infanzia. Raggiungere e mantenere elevate coperture vaccinali è il mezzo per garantire alla popolazione la scomparsa o il controllo di alcune importanti malattie.

Per informazioni sulle vaccinazioni il primo riferimento della famiglia è il pediatra di fiducia. Le vaccinazioni sono effettuate dagli operatori delle Pediatrie di comunità; al momento della vaccinazione viene assicurata l’osservazione del bambino/a per la prima mezz’ora dopo la somministrazione del vaccino; gli operatori degli ambulatori sono a disposizione per fornire eventuali chiarimenti ai genitori.

Approfondimenti:

vaccinazioni-infanzia-e-adolescenza

calendario-vaccinale-2017

guida_vaccini_2015

http://salute.regione.emilia-romagna.it/sanita-pubblica/vaccinazioni/vaccinazioni-bambini-adolescenti

 

Categorie: Sanita' | Tag: | Lascia un commento

Opuscolo ortodontico – Sai come prenderti cura del suo sorriso?

Opuscolo ortodontico

Essere soddisfatti di come si è e di come si appare? Stiamo parlando di “autostima”. Un buon livello di autostima contribuisce ad esseri sani, ovvero ad avere uno stato di completo benessere fisico, sociale e mentale.

Cosa si intende per salute?

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) dà una importante definizione di cosa è la salute:

“Stato di completo benessere fisico, sociale e mentale, e non soltanto l’assenza di malattia o di infermità”.

È in quest’ottica che l’ortodonzia assume particolare rilevanza, perché l’ortodonzia si occupa di mettere i denti al posto giusto, conferendo salute.

Uno sviluppo corretto del palato favorisce, ad esempio, la corretta respirazione. Lo sviluppo corretto delle arcate e la corretta disposizione dei denti, controllano adeguatamente la forza della lingua e il modo in cui questa sollecita la sua forza involontaria. Una corretta occlusione favorisce una buona masticazione e di conseguenza influisce anche sulla digestione. Denti correttamente allineati favoriscono il mantenimento dell’igiene orale, il filo interdentale e lo spazzolino riescono ad essere più efficaci in una dentatura ben allineata.

L’ortodonzia, insomma, mette i denti al posto giusto ed esalta il potenziale estetico della persona, adulta o bambina che sia, influendo anche su labbra, armonia e proporzioni del viso.

L’ opuscolo ortodontico

Per aiutarti a comprendere meglio come contribuire alla salute orale dei tuoi bambini, gli Esperti in Ortodonzia di Face Xp hanno realizzato l’ opuscolo ortodontico “Sai come prenderti cura del suo sorriso?” (ortodonzia bambini), 46 pagine ricche di informazioni.

Puoi scaricare gratuitamente l’opuscolo ortodontico… cliccando qui sotto.

01-opuscolo-ortodontico-face-xp-ortodonzia-bambini

https://facexp.it/opuscolo-ortodontico/

 

Categorie: Sanita', varie | Tag: | Lascia un commento

CORSO DI FORMAZIONE RSPP PER DATORI DI LAVORO

L’OMCeOMI ha organizzato il corso di formazione RSPP per datori di lavoro rischio ATECO alto che si terrà nei giorni 12, 13, 14, 19, 20 e 21 ottobre 2017 presso la sala Azalone dell’OMCeOMI, via Lanzone 31.
Il corso, strutturato in 48 ore complessive, ha l’obiettivo di formare i medici e odontoiatri datori di lavoro rispetto alle fondamentali competenze in materia di sicurezza e salute sul lavoro, per permettere loro lo svolgimento diretto dei compiti di prevenzione e protezione. Il Corso di formazione RSPP è funzionale al rilascio dell’attestato obbligatorio che tutela i responsabili delle aziende da gravi sanzioni civili e penali, inoltre è stato accreditato ECM (48 crediti)
Seguirà una seconda edizione del corso il cui calendario verrà reso noto a breve

Programma

Modalità d’iscrizione

Per iscriversi agli eventi, come di consueto, occorre effettuare il login e selezionare in homepage, nel box ECM, la voce Eventi e cliccare Iscrivimi in corrispondenza dell’evento prescelto

Categorie: Sanita' | Tag: | Lascia un commento

CERTIFICAZIONE: CERTUM FACERE O ATTO BUROCRATICO

Segnaliamo l’interessante evento ECM, organizzato dall’OMCeOMI, dal titolo “Certificazione: certum facere o atto burocratico” che si terrà il 7 ottobre 2017 a Milano presso l’Hotel Westin Palace, piazza della Repubbica 20.
Nell’ambito dei compiti istituzionali dell’Ente ordinistico professionale uno dei pilastri è l’aggiornamento. In tale aggiornamento della categoria non può mancare quello relativo al dovere/potere certificativo del Medico qualunque sia la funzione svolta. Certificare da parte del Medico è un obbligo così come non certificare o peggio certificare fatti e segni non constatati rappresenta un reato non solo deontologico. Tale scorrette certificazioni sono frequentemente oggetto di procedimenti disciplinari da parte dell’Ordine stesso per cui il richiamare i corretti principi certificativi significa anche fare prevenzione di un fenomeno diffuso.
Per questi motivi si è ritenuto in sede di commissione aggiornamento dedicare un evento a tale tematica. Nell’ambito del Convegno/Evento sarà presentato anche un opuscolo di linee guida sulla corretta certificazione

Programma

MODALITÀ D’ISCRIZIONE

L’iscrizione agli eventi ECM dell’Ordine può essere effettuata unicamente attraverso la procedura informatica. Per iscriversi agli eventi ECM occorre registrarsi al sito www.omceomi.it:

Se non registrati
cliccare Accedi, a dx in home page, quindi selezionare Registrati e seguire le istruzioni

Se registrati
Una volta effettuato il login selezionare, nel b

Categorie: Sanita' | Lascia un commento

obbligo vaccinale

pubblichiamo di seguito le slide sull’obbligo vaccinale «decreto-legge prevenzione vaccinale» a seguito della conversione in Legge da parte del Parlamento

Categorie: Sanita', varie | Tag: | Lascia un commento

IL QUADERNO VACCINO HPV

Pubblichiamo l’opuscolo dal titolo “Il quaderno vaccino HPV”, che ha l’intento di trasferire ai cittadini informazioni riguardo le patologie HPV correlate e la relativa prevenzione. L’importanza di un’adeguata informazione è basilare per la responsabilizzazione dei cittadini sulle attività di prevenzione e, in particolare, sulla vaccinazione, uno degli interventi preventivi più efficaci e sicuri, che non comporta soltanto benefici diretti alla persona sottoposta a vaccinazione, ma ha risvolti positivi anche sul resto della comunità

quaderno-vaccino-hpv

Categorie: Sanita' | Tag: | Lascia un commento

NUOVE DISPOSIZIONI IN MERITO ALLE VACCINAZIONI

Pubblicato in G.U. il Decreto riguardante “Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale”, che introduce l’obbligatorietà per 12 vaccini nei soggetti da 0 a 16 anni. Spetta ai medici (PLS e MMG) l’eventuale certificazione per l’esonero e il differimento della vaccinazione.
Pubblicato inoltre da AIFA il Report sulla sorveglianza post marketing dei vaccini nel biennio 2014/2015. Si tratta di un rapporto dettagliato che analizza ogni tipo di segnalazione riguardante le reazioni avverse ai vaccini per regione, età e tipologia di vaccino

disposizioni-urgenti-in-materia-di-prevenzione-vaccinale-d-l-7-6-2017-n-73-g-u-7-6-2017

 

Categorie: Sanita' | Tag: | Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: