Articoli con tag: Come comunicare con i pazienti: un’iniziativa ad hoc targata Lombardia e OMCeO-Milano

Come comunicare con i pazienti: un’iniziativa ad hoc targata Lombardia e OMCeO-Milano

logo3

“Migliorare e salvaguardare il rapporto medico-paziente è fondamentale soprattutto alla luce della riforma del sistema socio sanitario lombardo che mette al centro il paziente e il passaggio dalla cura al prendersi cura. Per questo Regione Lombardia e l’Ordine dei Medici e Odontoiatri di Milano hanno creato una Commissione che lavori alla stesura di Linee guida che diano indicazioni per una comunicazione sempre più appropriata tra i medici e i pazienti al fine di rafforzarne il legame”. Lo ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera in merito all’avvio dei lavori di una Commissione che si occuperà della stesura di Linee guida per la comunicazione tra medico e paziente.

“Le Linee guida – ha sottolineato l’assessore – interesseranno tutti i medici sia quelli ospedalieri sia i medici di medicina generale, perché la comunicazione è l’elemento centrale del rapporto medico-paziente”.
“La comunicazione – ha spiegato il Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Milano Carlo Roberto Roberto Rossi – fa parte del processo di cura, per questo è compito del medico, di fronte al paziente, utilizzare il giusto registro comunicativo che non deve essere né troppo tecnico né troppo affrettato. Non bisogna dimenticare, poi, che una buona comunicazione è alla base della risoluzione e prevenzione dei conflitti medico-paziente. Credo che elaborare delle Linee guida per una comunicazione più appropriata sia il modo corretto per un approccio globale anche a questo problema”.

Proprio per capire come costruire in rapporto comunicativo efficace con il paziente da marzo fino a novembre è stato messo a punto un percorso formativo ad hoc: il primo corso di formazione organizzato dalla “Scuola di comunicazione in sanità”, promossa da un comitato formato da Ordine dei Medici di Milano, Asst Rhodense, Associazione italiana giornalismo responsabile e l’Associazione Lampada di Aladino. Non solo formazione, obiettivo del corso sarà anche quello di stilare un “Decalogo della buona sanità in pillole” che sarà portato all’attenzione della Terza Commissione Sanità della Regione Lombardia, affinché valuti e prenda in considerazione le proposte che pervengono dalla scuola di formazione.

È sempre più impellente che il medico apprenda una comunicazione efficace a completamento dell’atto terapeutico – affermano Martino Trapani e Roberto Bollina che fanno parte del Comitato  Scientifico assieme ad altri esperti del mondo medico e della comunicazione specializzata  – per un medico infatti risulta particolarmente difficile semplificare non solo la terminologia utilizzata, ma soprattutto l’approccio squisitamente umano al paziente stesso. Il che diventa ancora più complesso nel caso della comunicazione relativa ad esempio a malattie oncologiche o particolarmente gravi. Quello che ci attendiamo da questo corso è non solo di ottimizzare le relazioni con assistiti e famiglie e di aumentare la consapevolezza del paziente, migliorando anche il livello di soddisfazione e l’adesione ai percorsi terapeutici, ma anche di ridurre le controversie medico-legali e la medicina difensiva in generale, contribuendo a prevenire il logorio psico-fisico dei clinici a cui sono sempre più sottoposti”.

http://www.md-digital.it/home/index.php/sanita-content/4042-come-comunicare-con-i-pazienti-un-iniziativa-ad-hoc-targata-lombardia-e-omceo-milano

 

Categorie: Sanita' | Tag: | Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: